Wesley LIBLIN

Come cresce la vaniglia

Come cresce la vaniglia?

Coltivazione della vaniglia L'albero di vaniglia , che può raggiungere i quindici metri di lunghezza, è una vite dai fusti nodosi, carnosi, cilindrici, ramificati di colore verde. Si aggrappano con…

Quale vaniglia scegliere?

Sebbene la vanillina svolga un ruolo importante nella percezione della vaniglia, è solo la nota dominante e più facilmente percepibile dai nostri nasi profani. Le condizioni di coltivazione, i parametri…
Il mondo della vaniglia Cos'è una buona vaniglia?

Che cos’è una buona vaniglia?

Non parleremo qui nel dettaglio dell'origine , del metodo di preparazione o dei terroir, parametri che necessariamente influenzano il sapore della vaniglia, ma soffermiamoci però su alcune generalità permettendovi di…

E le vaniglie francesi?

Con i nostri dipartimenti d'oltremare così distanti, l'offerta di vaniglia in Francia dovrebbe essere abbondante, ma purtroppo, se il potenziale di sviluppo è importante (come a Tahiti), il deficit di…

Con i nostri dipartimenti d’oltremare così distanti, l’offerta di vaniglia in Francia dovrebbe essere abbondante, ma purtroppo, se il potenziale di sviluppo è importante (come a Tahiti), il deficit di produzione è significativo in molti dipartimenti d’oltremare.

Tahiti

Insieme all’Isola della Riunione, Tahiti rimane il fiore all’occhiello della vaniglia francese, con una produzione di circa 35 tonnellate di vaniglia matura nel 2021 e una domanda mondiale in crescita.

Generosa e atipica, la vaniglia di Tahiti ha tutto per piacere e provarla significa adottarla. Ha davvero tutte le carte in regola per sedurre, grasso, morbido, ricco di grana con un aroma e un profumo incomparabili, non ha eguali per sublimare qualsiasi piatto (dolce o altro). La colpa potrebbe essere del suo prezzo ? Grazie ai baccelli carnosi e aromatici, spesso ne basta mezzo per condire qualsiasi piatto.

Ile de la réunion

Con i suoi 2500 km², il suo famoso vulcano “le piton de la Fournaise” e le sue foreste tropicali, l’Isola della Riunione ha dovuto reinventarsi e professionalizzarsi per distinguersi dai suoi vicini malgasci e comoriani, che beneficiano tutti e tre della denominazione “Bourbon”. La produzione e la qualità sono in costante aumento, ma il costo di produzione rimane elevato per questa bellissima origine. L’offerta è orientata sulla Vanilla Planifolia, con baccelli più fini rispetto ai suoi omologhi dell’Oceano Indiano. Abbiamo riscontrato differenze significative tra i diversi preparatori, ma rimane una delle nostre vaniglie preferite, tutte le origini incluse.

Nuova Caledonia

Ultimo nell’ordine di arrivo della vaniglia francese. La produzione rimane riservata e riguarda la vaniglia Planifolia. Raro e costoso, il mercato resta da costruire e sviluppare per questo territorio alla fine del mondo.

Martinica e Guadalupa

Nelle due isole, la produzione rimane marginale ed è portata avanti da pochi produttori appassionati che vendono i loro prodotti localmente sui mercati o direttamente in azienda. A livello di autorità locali (pubbliche e politiche), la volontà di sviluppare il settore resta in gran parte da strutturare per organizzare un’attività sostenibile ed esportatrice. Come Tahiti e Reunion, le nostre due isole godono di un’immagine molto positiva nella mente dei consumatori e il potenziale economico potrebbe essere molto interessante per la produzione caraibica.

Guyana

La produzione rimane marginale e viene assorbita principalmente dal mercato interno. Tuttavia, il mercato potrebbe essere piuttosto interessante per la sola vaniglia francese, che verrebbe poi prodotta sul mercato sudamericano.

Il mio carrello
Il tuo carrello è vuoto.

Sembra che tu non abbia ancora fatto una scelta.